Gricia Road: la passione per i primi piatti anche on the road

“Da sempre mi piace cucinare primi piatti e ho capito che un veicolo poteva essere la possibilità per rendere la mia passione un mestiere. Ero sicuro di non voler aprire un ristorante e il veicolo mi dava la possibilità di avere una sede, ma anche una certa libertà”, ci racconta Pietro Felicetti che dal 2014 con Gricia Road porta su strada le sue ricette di primi piatti della tradizione.

“Dopo un anno di ricerche ho deciso, con i miei soci, di investire in un Porter Piaggio perché è un mezzo che garantisce sia un buono spazio di lavoro, sia una certa mobilità, anche in una grande città come Roma”, prosegue Felicetti.

“Mentre il progetto prendeva forma, ho anche frequentato un corso da un celebre mastro pastaio per scoprire i segreti della pasta fresca. E ancora oggi tutta la pasta cucinata da Gricia Road arriva da quel mastro pastaio. Infatti, usiamo solo pasta fresca”. Con due, tre minuti di cottura, la pasta fresca, infatti, permette di tenere al minimo i tempi di preparazione.

“I condimenti, invece, sono tutti tratti dalla tradizione laziale: amatriciana, gricia, cacio e pepe…”, aggiunge il fondatore di Gricia Road.

Il veicolo non ha una postazione fissa a Roma, ma è sempre disponibile per eventi privati. “Negli ultimi tempi la regione Lazio ha indetto alcuni bandi per l’occupazione di alcuni suoi terreni da parte di foodtruck, anche in zone turistiche”, ci svela Pietro Felicetti: che presto Gricia Road avrà anche delle postazioni in giro per la città?

“Lo streetfood non è un mondo per chi vuole guadagnare velocemente, ma per chi ha una passione e prima di buttarcisi sviluppa un progetto valido e con un’identità forte. Che prima di tutto crea un brand che si fa riconoscere, anche per la qualità e l’innovazione del prodotto proposto”.